Site Loader

I due ingredienti principali per un corpo maestoso sono poco grasso e
tanta massa muscolare, Il nostro corpo è lo specchio del nostro stile di vita,
ciò che mangi in privato lo indossi inevitabilmente in pubblico! Spesso tante persone sono
convinte di seguire un regime alimentare perfetto o controllato, ma in realtà non si rendono
conto di quanto stanno effettivamente mangiando, spesso questo comporta ad essere più
o meno vicini al proprio peso forma ma allo stesso tempo avere la pancia
oppure mangiare relativamente poco senza calare di peso, tutto questo crea confusione
e disagio che con il tempo porta a perdere stima e voglia di allenarsi.

“Tanto sono destinato a rimanere uguale qualsiasi sforzo faccia!”

Non è difficile trovare persone che si sono arrese, che le hanno
provate di tutte senza alcun risultato, quando si decide di iniziare
un percorso per migliorare il proprio stato fisico bisogna
mettere in considerazione che ci si trova in quello stato fisico
“grazie” al proprio stile di vita ed è proprio questo che come
prima cosa dobbiamo cambiare!

“Non puoi pensare di avere risultati diversi facendo le solite cose!”

Se si vuol migliorare la propria composizione corporea dobbiamo
togliere il grasso e mantenere o aumentare la massa magra, dobbiamo
capire la differenza tra perdita di peso e perdita di grasso e tener conto
che  più siamo in sovrappeso e più nella prima parte del dimagrimento
si tenderà a bruciare più grasso a discapito della massa muscolare,
mentre più ci si abbassa con il grasso e più si deve stare attenti non
bruciare la massa muscolare.

Per poter iniziare un vero e proprio cambiamento è importante capire
dove ci ha portato lo stile di vita che abbiamo avuto fino a quel momento,
per fare ciò occorre misurare il proprio stato iniziale con misurazioni
quali plicometria e BIA (vedi articolo Misurazioni antropometriche).
Con queste misurazioni abbiamo un quadro generale del nostro stato
iniziale(peso complessivo, peso massa magra, peso massa grassa, percentuale
di grasso, metabolismo basale, percentuale di liquidi corporei e BMI).


Una volta stabilito il proprio stato fisico occorre capire quante kcal
effettivamente consumiamo, per fare ciò è consigliato prendere un
periodo di almeno 15/20 giorni in cui tutti gli alimenti che mangiamo
vengono annotati, in questo modo possiamo stimare una media delle
Kcal e dei macro che mangiamo, per facilitare i compiti vengono utilizzate
varie applicazioni per poter gestire e annotare gli alimenti ( my fitness pal , Lifesum
oppure Fatsecret ).

Ci sono persone che mangiano tutto quello che hanno davanti e hanno
difficolta a mettere su peso e allo stesso tempo ci sono persone che solo a
guardare il cibo ingrassano, la genetica da un lato esiste,  se un individuo è
nato orso non può morire gazzella, su questo non ci piove, ma ciò non esclude
che può diventare un orso magro!
Il tipo corporeo è un ottimo indice del metabolismo di base e influenza in modo
decisivo il tipo di attività necessaria per perdere grasso e sviluppare la massa magra,
ognuno è unico e ha bisogno di un piano di allenamento personalizzato! Per valutare
se una persona è orso, gazzella o leone esistono tre tipi corporei che definiscono
il nostro somatotipo:

Ectomorfo:
Sono per natura magri, tendono ad avere una bassa percentuale
di grasso corporeo con una struttura esile e poca massa muscolare (gazzella)
Mesomorfo:
Hanno una buona struttura muscolare, con una quantità di grasso
molto moderata (leone)
Endomorfo:
Sono per natura paffuti, con alta percentuale di grasso corporeo,
struttura massiccia e molta massa muscolare (orso)

somatotipi

Prima di partire con un vero e proprio piano alimentare dobbiamo valutare se il nostro corpo
è in condizioni di base per poter supportare una dieta, con i dati in nostro possesso
possiamo capire se il nostro metabolismo è attivo oppure bloccato, spesso dopo aver
annotato tutti gli alimenti ci rendiamo conto di non mangiare abbastanza, ad esempio; mangiare
500kcal al giorno senza perdere peso (o addirittura mettendo peso) è sintomo di un metabolismo
bloccato.  Se ci troviamo in questa situazione la prima cosa da fare è di mettere il nostro
corpo in condizioni di poter iniziare una dieta, quindi sbloccare il metabolismo e accellerarlo, per
fare ciò dobbiamo aumentare lentamente le Kcal affinché il nostro metabolismo inizia a macinare
più velocemente, spesso questa fase viene considerata tempo perso e settimane buttate anche
perché in questo periodo non è escluso che possiamo ingrassare leggermente, però allo stesso
tempo abbiamo guadagnato un metabolismo attivo e affamato per affrontare una dieta!

Questo articolo ti ha incuriosito? CONTATTAMI  ti aiuterò a raggiungere il tuo obiettivo!

Post Author: Amedeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *